Aggressività

AggressivitàNella psicologia, con il termine aggressività si fa riferimento a quei comportamenti che sono volti a causare un danno, psicologico o fisico, nei confronti di altri individui, a prescindere poi dal raggiungimento dell'obbiettivo che il comportamento aggressivo si era prefigurato.
L'aggressività è una componente naturale dell'essere umano, una componente così complessa che ancora oggi è oggetto di studio della psicologia e delle scienze sociali.

Quello che è noto è che l'aggressività di manifesta, in varie forme e declinazioni, in tutti gli animali. L'etologia, in particolare grazie all'influsso di Konrad, ha parlato dei comportamenti aggressivi come del complesso di azioni che sono volte a garantire la sopravvivenza.
Per quanto concerne quindi l'origine dei comportamenti aggressivi, si possono distinguere una componente familiare, in quanto un soggetto che nasce e cresce in una famiglia dove la violenza o l'aggressività è uno stile di relazione diffuso e comune avrà maggiore probabilità di adottare questo modus operandi nel rapporto con gli altri, ma anche una componente irrazionale, che affonda le radici nella nostra natura più profonda.
In alcuni soggetti, come suggerito da studiosi del calibro di Bruner, ad incrementare l'aggressività concorrerebbero fattori neuro-fisiologici, non modificabili dal soggetto in quanto tale. Alla serotonina è stata attribuita la capacità di diminuire la portata dei comportamenti aggressivi, con la conseguenza che i soggetti che dispongono di quantità limitate della sostanza sarebbero portati, in maniera del tutto meccanica, ad una maggiore aggressività.

Di per sé provare rabbia e una sensazione di aggressività può essere una componente fisiologica, naturale del nostro essere, anche se sembra che siano le persone rifiutate socialmente a provare i sentimenti di rabbia più intensi.
È importante tuttavia essere in grado di gestire e controllare gli impulsi aggressivi che si provano, perché altrimenti si lascia senza controllo un comportamento anti-sociale e potenzialmente pericoloso e dannoso.
Una delle modalità di controllo dei comportamenti aggressivi che sembra avere più successo è la cosiddetta "mindfullness". Si tratta, nello specifico, di una sessione durante la quale il soggetto in preda a raptus d'aggressività osserva i propri comportamenti, le proprie pulsioni, gli stimoli anche fisici che prova nel momento dell'aggressività. Lo scopo del Mindfulness è quello di rendere il soggetto cosciente del perché della sua aggressività, e soprattutto di comprendere se si tratti di un attimo di rabbia come conseguenza ad un fatto esterno (un rifiuto, un insulto, ecc.) o se la reazione aggressiva sia piuttosto la diretta conseguenza del modo di pensare del soggetto rispetto al fattore esterno (orgoglio personale, superiorità, ecc.).

L'equilibrio psicologico della persona aggressiva si basa su una corretta gestione della rabbia e della violenza, ma non sulla repressione delle emozioni. Quest'ultima, infatti, potrebbe fare potenzialmente più danni dell'espressione stessa dell'aggressività.
Il modo migliore per mutare il proprio comportamento da aggressivo a comprensivo è quello di cercare di capire le ragioni dell'altro. Il classico trucco del "contare fino a 10" non è poi così sbagliato in questo senso. Cercare di far passare qualche momento fra la pulsione aggressiva e la sua manifestazione può essere utile per comprendere le ragioni dell'altro, e bilanciare così la reazione.
In psicologia, molti esperti indicano con certezza il ruolo dell'attività fisica nell'aiutare a gestire e controllare l'aggressività. Fare sport e muoversi aiuta a gettare verso l'esterno, ed in modo sano, le proprie pulsioni negative, la voglia di esternare la propria rabbia e aggressività. Per questo motivo fare sport aiuta a sentirsi meglio non solo fisicamente ma anche psicologicamente, e può essere un valido aiuto per stimolare la risposta positiva di un soggetto aggressivo, qualora egli non sia in grado autonomamente di provvedere ad uno sfogo salutare delle proprie pulsioni più violente e recondite.
Altre modalità di controllo dell'aggressività sono la consulenza psicologica e la psicoterapia, i centri d'ascolto e altri supporti di tipo psicologico.

Sito creato e di proprietà di Evo Sistemi di Cirone Simone - Via del minatore n° 8 - 06100 - Perugia - P.Iva 02949240549 C.Fis CRNSMN76M28D653B info@evosistemi.com NOTA BENE: Evo Sistemi si occupa solo di creazione di siti web e non si occupa di psicologia.Tutte le consulenze saranno effettuate da Psicologi iscritti all'albo. La Evo Sistemi non è responsabile delle consulenze erogate da tali psicologi. Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati di altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.