Abusi e violenze

Abusi e violenzeUna grande maggioranza di abusi e violenze provengono da persone vicine. La stessa casa è un luogo in cui culminano noti maltrattamenti.
Le donne e i minori sono le principali vittime di queste nefandezze che, non trovano fine perché non denunciate.
Ci sono una serie di motivazioni che spingono le vittime a tacere su abusi e violenze.

• La paura è un sentimento che genere paralisi fisica e mentale, chi subisce abusi, teme delle ripercussioni ancor peggiori.
• Il senso di colpa nasce dalla convinzione di essere "tenuti a subire". Quando si viene maltrattati a lungo, nel cervello s'instilla un'anomala convinzione d'inadeguatezza; come se si stesse ricevendo una punizione perché non all'altezza di "qualcosa". Si pensa di sbagliare, e si crede erroneamente che comportandosi bene, i maltrattamenti cesseranno: non è così.
• Incapacità di agire. Capita che la vittima subisca i soprusi consapevole dell'ingiustizia, ma ciò non è sufficiente. Spesso ci si sente soli, o lo si è davvero; il risultato non cambia e desta ancor più preoccupazione perché le vittime sanno cosa sta accadendo ma restano inermi e sopraffatte.
Secondo il profilo della vittima si avranno delle diverse azioni e reazioni.
Una donna che subisce abusi e violenze crea dinamiche familiari complesse, specie se in famiglia vi sono bambini costretti ad assistere alle prevaricazioni.
Se sono i bambini a subire maltrattamenti, la situazione è ancor peggiore:
• Il bimbo proverà un connubio delle sensazioni elencate sopra, e non sarà in grado di chiedere aiuto. Penserà che è giusto così, o che ha fatto qualcosa di sbagliato, verrà minacciato e costretto a tacere.
• Nel cervello del bambino si sovverte il senso di cura e protezione che dovrebbe essergli riservato, finendo per squilibrare tutto il meccanismo psico-fisico.
L'unica forma di tutela che ha un minore, è avere una figura di riferimento vicina, in grado di rendersi conto di cosa sta accadendo. Questa figura deve intervenire senza remore e strappare il bambino dall'origine dei soprusi: la casa, la scuola, qualunque sia.
Gli abusi e le violenze hanno diverse "facce", possono manifestarsi come maltrattamenti, coercizioni e angherie: le conseguenze sono gravi.
Non si parla solo di esiti fisici, bensì psichici, dai quali è molto più difficile guarire.
Le violenze prendono forma in diversi modi:
• Soprusi psicologici. Uno degli espedienti più efficaci per i carnefici che intendono esercitare controllo e dominio psichico. Gli abusi psicologici sono da considerarsi in tutti i casi di maltrattamento, s'innescano in modo contemporaneo. Esistono ogni volta che la vittima viene minacciata, svalutata, costretta all'isolamento per mezzo di ricatti.
• Violenze fisiche. Gli abusi fisici possono partire da un'aggressione verbale e ripetuta nel tempo, trasformarsi in un atto intimidatorio e poi sfociare in ciò che era prevedibile fin da subito. L'esito sarà drammatico perché comporterà oltre al danno emotivo, anche quello fisico, provocato da botte, percosse, aggressioni, agguati e ferite inferte senza tregua.
• Lo stupro. Le violenze sessuali, sia rivolte alle donne, sia rivolte ai bambini, rappresentano uno degli abusi più devastanti sotto l'aspetto psicofisico generale. Nel caso in cui avvenga ai danni di un bambino, di solito non si ricorre alla forza: l'atto è subdolo e consiste nel riporre morbose attenzioni nei confronti del minore, fino all'abuso sessuale vero e proprio. Il bambino non capisce cosa accade nella maggior parte dei casi, e i danni sono gravi e permanenti se non s'interviene. Quando la vittima è la donna, gli abusi sessuali hanno uno stampo violento.
Abusi e violenze trovano compimento perché le vittime subiscono inermi; i carnefici stessi esistono perché esistono vittime inconsapevoli o incapaci di ribellarsi. Coraggio, prevenzione e aiuti esterni possono concorrere a uscire da queste spirali di violenza.

Sito creato e di proprietà di Evo Sistemi di Cirone Simone - Via del minatore n° 8 - 06100 - Perugia - P.Iva 02949240549 C.Fis CRNSMN76M28D653B info@evosistemi.com NOTA BENE: Evo Sistemi si occupa solo di creazione di siti web e non si occupa di psicologia.Tutte le consulenze saranno effettuate da Psicologi iscritti all'albo. La Evo Sistemi non è responsabile delle consulenze erogate da tali psicologi. Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati di altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.